Governance

Internal dealing

La "Procedura Internal Dealing” di Seat è entrata in vigore il 1° aprile 2006 e annulla e sostituisce, con pari decorrenza, il “Codice di comportamento Internal Dealing” in precedenza adottato dalla Società in osservanza di quanto contemplato dal Regolamento di Borsa Italiana S.p.A.

La Procedura:

  • comporta un obbligo di disclosure (al Referente individuato nella Procedura, il quale a sua volta provvede alla comunicazione alla Consob e al mercato) circa le operazioni di importo pari o superiore a 5.000 euro effettuate sui titoli della Società e delle sue controllate, da parte (i) dei “soggetti rilevanti” e (ii) delle “persone strettamente legate ai soggetti rilevanti”;
  • prevede la presenza di “black-out periods”, cioè i periodi predeterminati durante i quali le persone soggette alle previsioni della Procedura non possono compiere operazioni.

Ultimo aggiornamento: 30 giugno 2008 11:07