Governance

Sistema di Corporate Governance

Premessa

Il sistema di Corporate Governance adottato da SEAT pagine Gialle SpA è rappresentato dall’i nsieme delle regole, giuridiche e tecniche, finalizzate ad assicurare la tutela degli stakeholders e la massima trasparenza attraverso la corretta gestione della Società in termini di governo e controllo. Tale sistema è articolato in un insieme di procedure e codici, oggetto di continua verifica e aggiornamento, per rispondere in maniera efficace all'evoluzione del contesto normativo di riferimento e delle “best practice”.
A tal proposito, si ricorda che a decorrere dal marzo 2006 è stata diffusa la nuova versione del Codice di Autodisciplina delle società quotate (di seguito anche “il Codice”), frutto del lavoro del Comitato per la corporate governance promosso dalla Borsa Italiana e rappresentativo dell'imprenditoria e dei partecipanti al mercato. Aderendo alla raccomandazione espressa nel Codice stesso, in base alla quale gli emittenti erano invitati ad applicare il nuovo Codice (che sostituisce integralmente quello redatto nel 1999) entro la fine dell’esercizio che iniziava nel 2006, il Consiglio di Amministrazione di SEAT Pagine Gialle S.p.A. del 19 dicembre 2006 ha deliberato:
  • visti i nuovi principi espressi nel Codice di Autodisciplina delle Società Quotate nella versione del marzo 2006
  • valutata positivamente l’adesione alle raccomandazioni del Codice
di aderire alle raccomandazioni della nuova versione del Codice di Autodisciplina.
 
Si segnala inoltre che l’Assemblea Straordinaria tenutasi in data 19 aprile 2007 ha approvato modifiche statutarie per l’adeguamento alle nuove disposizioni introdotte dalla Legge 28 dicembre 2005, n. 262, recante “Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari” (c.d. “Legge Risparmio”), come successivamente modificata dal D.lgs. 29 dicembre 2006, n. 303 (c.d. “Decreto Correttivo”). In particolare, sono state modificate le disposizioni statutarie relative al voto di lista per la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio sindacale, prevedendo che la quota minima di partecipazione necessaria per la presentazione  di liste di candidati sia pari a quella prevista per la Società dalla disciplina regolamentare applicata e, comunque, non superiore al 2% del capitale con diritto di voto nell’assemblea ordinaria. Sono state inoltre determinate le modalità di nomina e i requisiti di professionalità del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari (si veda la versione aggiornata dello Statuto Sociale nell’apposita sezione).
 
Ciò premesso, per una completa disamina del livello di applicazione delle raccomandazioni contenute nei singoli principi e criteri con cui il Codice di Autodisciplina è articolato, si veda la Relazione Annuale sulla Corporate governance nell’apposita sezione.
 

Organizzazione della Società

Per quanto concerne la struttura di governance della Società, l’Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 27 settembre 2004 adeguò lo Statuto sociale alle disposizioni previste dal decreto di riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative -  D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, successivamente modificato dal D.lgs. 6 febbraio 2004 n. 37 (cd. Riforma Vietti). In tale occasione, furono pertanto introdotte  disposizioni statutarie al fine di una maggiore semplificazione operativa  e,  per  ragioni di opportunità, migliore precisazione e coordinamento; in particolare, l’Assemblea deliberò, nell’ottica di mantenere sostanzialmente inalterato l’assetto organizzativo preesistente, di conservare l’attuale sistema tradizionale di governance,  caratterizzato:
  • dall' Assemblea dei Soci,
  • dal Consiglio di Amministrazione,
  • dal Collegio Sindacale.

    L’attività di revisione contabile è affidata alla Società di Revisione.

Allegati

Relazione Corporate Governance

Scarica il documento: Relazione Corporate Governance
922.5 Kb

Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2012 09:00