La nostra nuova sede

Sostenibilità ambientale

SEAT Pagine Gialle S.p.A. è storicamente attenta alle tematiche del rispetto ambientale e dell'uso consapevole della carta. Infatti, da molti anni la carta acquistata per stampare i propri elenchi contiene tra il 30% ed il 40% di fibre riciclate, percentuale che colloca SEAT Pagine Gialle S.p.A. al terzo posto in Europa tra gli operatori del settore directories. Inoltre, le cartiere presso le quali la Società acquista la materia prima adottano procedure di rimboschimento nelle aree utilizzate per la produzione di cellulosa.

Inoltre, da fine 2009, SEAT Pagine Gialle S.p.A. è tra i promotori di un progetto pan-europeo ed inserita all'interno di un pool di Operatori e di Associazioni che rappresentano l'intera filiera della carta.

Sotto un unico brand, "Print Power", tale progetto si articola in due iniziative volte a dimostrare al mercato la sostenibilità dei mezzi su carta stampata, sia in termini di loro efficacia pubblicitaria, sia in termini di impatto ambientale:

  • " Print Power": è una campagna pubblicitaria volta a sostenere valenze specifiche della carta stampata e la loro efficacia (rafforzativa e complementare rispetto a campagne su internet o su altri media). Si rivolge al target dei decisori degli investimenti pubblicitari in azienda, i centri media e le agenzie di advertising.
  • " Two Sides - il lato verde della carta": è una campagna informativa ad ampio target, relativa alla sostenibilità ambientale dell'industria della carta che, attraverso fatti e cifre, si propone di superare alcuni stereotipi circa i presunti impatti ecologici negativi connessi a tale materiale.

Infine, nel corso del 2010, in coerenza con gli impegni verso le tematiche di sostenibilità, SEAT ha partecipato quale socio fondatore, all'avvio dell'Associazione "LOW IMPACT – be committed". Low Impact è un'associazione senza fini di lucro e si fonda sulla collaborazione ed il coinvolgimento - attraverso l'uso di blog e social media - di tutti gli azionisti interessati ai temi di sostenibilità: aziende, istituzioni, associazioni, consumatori.

Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2012 15:22