Salta al contenuto

Seat PG

Seat Pagine Gialle presenta l’Osservatorio Privacy 2007: una indagine sul rapporto tra i cittadini di Parma e la riservatezza. Nuovi elenchi telefonici distribuiti a Parma e Provincia

19 febbraio 2008 ore 10:53

Parma, 19 febbraio 2008 ore 10:53 - Seat Pagine Gialle, leader europeo ed uno dei principali operatori a livello mondiale nel settore dell'editoria telefonica multimediale e dell'hi-tech per internet, presenta l' Osservatorio Privacy 2007, un'indagine semi seria sui cittadini di Parma e il loro rapporto con la riservatezza.
 
Seat infatti, in qualità di editore dei più conosciuti elenchi telefonici distribuiti in Italia, le PAGINEBIANCHE®, e della sua versione online, www.paginebianche.it, ricava i dati e le indicazioni espresse dai cittadini in merito alla loro presenza sugli elenchi dal database unico gestito dall'i nsieme degli operatori telefonici, così come previsto dalla normativa vigente in materia di Servizio Universale e secondo i provvedimenti dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e del Garante della Privacy.
 
C'è chi opta per una soluzione all'insegna della privacy, decidendo di indicare solo poche informazioni personali (ad esempio, omettendo il nome di battesimo o l'indirizzo) e di negare l'utilizzo dei propri dati a fini promozionali; chi, invece, è più "tecnologico" e "aperto" e vuole indicare anche il proprio indirizzo e-mail e il numero di telefono cellulare.
 
Da una prima analisi dei dati dell'osservatorio Privacy di Seat, gli abbonati della provincia di Parma (circa 154.290) sembrano ripartirsi in 3 macro categorie: gli espansivi, i curiosi e i depistatori.
 
A Parma possiamo contare un buon numero di espansivi: sono quelli che vogliono essere protagonisti all'interno di un motore di relazione come gli elenchi telefonici, desiderano essere reperibili per tutti e attraverso tutti gli strumenti possibili. Gli espansivi di Parma pubblicano il loro indirizzo email (oltre 2.610), il numero di telefono cellulare (oltre 560) e decidono di essere abilitati al così detto servizio di "ricerca derivata" on line: circa 23.130 utenti a Parma hanno scelto di dare la possibilità, a chi effettua ricerche sulle PagineBianche online (www.paginebianche.it) di risalire al proprio nominativo e indirizzo a partire dal numero di telefono.
 
Un posto d'onore fra gli espansivi è da riservare alle amministrazioni pubbliche e territoriali. Ad esempio, sono 165 i comuni che hanno deciso di puntare alla trasparenza, precisione e chiarezza nell'esposizione delle informazioni e di avvalersi dunque di PagineBianche dell'edizione di Parma per comunicare con i cittadini.
 
I curiosi si distinguono per la fiducia e l'apertura al mercato: hanno chiesto la pubblicazione dei loro dati, spesso completi come per gli espansivi, ma in più si sono aperti al mondo delle offerte commerciali, curiosi di farsi stupire da promozioni e nuovi prodotti. Sono infatti, a Parma, oltre il 5,7% degli abbonati complessivi quelli che hanno prestato il consenso a ricevere posta e/o telefonate a carattere promozionale e commerciale.
 
I depistatori forniscono dati incompleti, si svelano ma non troppo, amano il mistero: 465 abbonati hanno chiesto di indicare solo l'iniziale del nome di battesimo a fianco del cognome, circa 6.300 non hanno voluto specificare il numero civico nell'indirizzo postale.
 
Anche se affrontato in questa sede con ironia, la privacy è argomento delicato e la sua tutela oggetto di legittima attenzione da parte dei cittadini, della aziende e delle Istituzioni. Seat Pagine Gialle, nella sua funzione di servizio al pubblico e motore di relazione, è da sempre sensibile alla tutela e alla protezione dei dati raccolti e trattati e mantiene vivo e costante il confronto e la relazione con l'Autorità Garante della Privacy, condividendo posizioni e buone prassi.
 
In tal senso riteniamo utile e doveroso lasciare spazio all'Authority:
"I cittadini italiani stanno imparando ad esercitare i loro diritti e a decidere liberamente quale uso può essere fatto dei loro dati personali: oggi gli elenchi telefonici non possono più essere usati in maniera disinvolta da aziende e società. - ha commentato il Prof. Francesco Pizzetti, Presidente dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali. - Non solo: gli abbonati stanno anche imparando a scegliere come apparire all'esterno poiché i dati che sono inseriti negli elenchi dipendono da una loro autonoma decisione. Potremmo dire che si è riusciti a garantire insieme più tutele e più libertà. Quello di Parma è un importante esempio della nuova cultura della privacy che si va diffondendo nel Paese.
 
Tutto questo è riscontrabile nel volume di PagineBianche, distribuito qualche settimana fa a Parma e Provincia, e che riporta sulla copertina l'opera di Samantha Casolari, vincitrice della selezione PAGINEBIANCHE D'Autore 2006/2007.
 
 
  (*) L'indagine Osservatorio Privacy è realizzata sulla base delle informazioni contenute nel Database Seat Pagine Gialle per la realizzazione degli elenchi telefonici per l'anno 2007/2008
 
 
SEAT PAGINE GIALLE
Il Gruppo Seat Pagine Gialle è leader europeo ed uno dei principali operatori a livello mondiale nel settore della pubblicità direttiva multimediale con un'offerta "carta-telefono-internet", con prodotti hi-tech per internet, per la navigazione ortofotometrica e satellitare e con strumenti complementari di comunicazione come il one-to-one marketing.
 
Da oltre 80 anni Seat Pagine Gialle propone servizi di informazione, strumenti di reperibilità e di comunicazione. È una storia di successo costruita su un marchio conosciuto da tutti gli italiani, su una rete commerciale di oltre 1.700 persone, su una tecnologia in costante evoluzione, su un database di 20 milioni di famiglie e 3 milioni di operatori professionali, e su una vasta gamma prodotti che garantisce la disponibilità di un vero "sistema" integrato di comunicazione a circa 600mila clienti italiani: 63,3 milioni di volumi distribuiti nelle case e negli uffici (dati 2006), 32,5 milioni di chiamate directory assistance (dati 2006) e oltre 307 milioni di visite sulle directories internet (dati 2006) mettono in contatto persone e aziende, esigenze e soluzioni e favoriscono gli scambi economici.
 
 
 
 
  Contact:
  Barabino & Partners - Tel. +39 02.72.02.35.35
  Alice Brambilla – a.brambilla@barabino.it


 

Indietro

Scarica gli allegati

02_19_08_Oss_Privacy_PR.pdf (198 Kb)

Scarica il comunicato